L’opera è l’uomo

15129622_1224799674244829_3316226141129753480_o.jpg

Dalla nota a mia firma nel testo, riporto un estratto, con gli auguri a Pino Varchetta per questo suo nuovo lavoro– da poco presentato a Milano dalle Edizioni del foglio Clandestino.

“La tripartizione tematica operata negli anni dall’autore accosta persone e città (intese come Opera dell’uomo), persone con opere, e persone in ritratto (disvelate dallo sguardo che inquadra). Ciascuna partizione riporta, chi guarda, a molteplici e possibili espressioni di sé nel confine del mondo. […] In tutto acutissima, rispettosa dell’Altro, la selezione tematica che questo libro propone dettaglia e scandaglia la muta preghiera che Varchetta rivolge alla pianta bellezza del vivere. La preghiera di poter conservare, proteggere, ri-portare e salvare il sentimento del mondo. Il sentimento del tempo. E la sua finitezza. Non indulge mai, Varchetta, come altri maestri, sull’estremo del farsi gettati, l’understatement che impiega dà corpo a quel farsi respiro che è l’uomo, e la donna. È la forma borghese, misurata, contenuta, lucidissima e intensa che eredita e porta una ferma e precisa educazione al sentire. Che non vìola, non scompone, non denuda né espone, ma invece si mette come viva, generosa, assetata e pur quieta carezza”

(n.g.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...