Un duetto spontaneo e non autorizzato

QUAE DE ASSOLUTO

(Orodé, dicembre 2011)

Sciortio foa da o porton da so galante
o l’anava a sonà o campanello
da porta do bordello.

(gianni priano, 2012)

(VOGLIA DI ASSOLUTO – Uscito fuori dal portone della sua fidanzata /andava a suonare il campanello / della porta del bordello.)

**

In casa la quiete, e la perfetta vena,
ed una conoscenza che mai fuori
si potrebbe ritrovare,
persino cieca e data.

Fuori si va, da soli o in due,
a rimirare, a sconfinare
a mietere e a potare.

Ma quanto bello, di mondo poi
sappiamo coltivare e rimestare.

In rima, come si può per
sopravvivere e restare.

(n.g.)

PS: l’opera di Orodé è qui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...