Occupy the dreams

La piccola insistente rivolta degli omuncoli

come rivoltanti presenze che si infilano

nell’incubo notturno che dal quotidiano

svetta e irrompe. Come emissari di un

inconscio che paventi il danno

ma ricami come un tarlo, e compia.

E compia lì, dove si può, come un’ipotesi

che fa della molestia della nostra

coscienza immacolata una persecutoria

area di spavento. E abbraccio, e lampo

a cielo terso. Ferita nel preconscio,

approssimarsi nella veglia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...